Prestiti personali a protestati

Prestiti personali a protestati
Essere protestati, per cambiali o assegni in protesto, o aver subito un pignoramento, non significa non poter richiedere dei prestiti personali, ovviamente sarà più complicato rispetto a chi non ha questi problemi, ma una soluzione è possibile ... [continua]

Prestiti cambializzati a protestati

Prestiti cambializzati a protestati
Un’alternativa per i protestati che vogliono ottenere prestiti senza l’uso della cessione del quinto è l’uso dei cosiddetti prestiti cambializzati per protestati. Il loro nome si deve al fatto che Il prestito si restituisce attraverso cambiali ed il pagamento delle cambiali per estinguere il prestito sono a scadenza mensile con la scelta personale su quale istituto bancario appoggiarle o pagarle direttamente al tuo domicilio al creditore. Oggi si ha anche la possibilità di accedere al prestito cambializzato online e a quello a domicilio.
Bisogna dire che negli ultimi tempi i maggiori operatori finanziari, banche o finanziarie, difficilmente utilizza il sistema delle cambiali per i prestiti, ma per realtà medio piccole ancora viene proposto ed accettato.
In genere sei si richiedono prestiti cambializzati e si è protestati, sono necessarie alcune garanzie, che possono essere il TFR se si è dipendenti, una polizza vita o ipoteca se si è lavoratori autonomi, un garante se si è privi di reddito o giovani neoassunti, magari a tempo determinato.
Importante sempre tenere a mente che L’utilizzo delle cambiali è il principale svantaggio del prestito cambializzato. La cambiale è un titolo esecutivo, ovvero, un documento in base al quale può essere avviata l’esecuzione forzata senza bisogno di provare l’esistenza del diritto.
Per richiedere un prestito cambializzato, occorre fornire documentazione personale, un documento di riconoscimento, patente, carta di identità o passaporto, il codice fiscale o la tessera sanitaria, un reddito dimostrabile, ad esempio busta paga e una bolletta pagata di un’utenza domestica (luce, acqua, telefono, gas).

Prestiti per protestati senza cessione del quinto

Prestiti per protestati senza cessione del quinto
Una delle formule migliori per ottenere prestiti se si è protestati è quella di utilizzare la formula della prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione, ma è possibile ottenere un finanziamento senza l’uso della cessione del quinto? La risposta è sì. Per svariati motivi si può non voler usare la formula della cessione del quinto, perché non si ha busta paga o non si è pensionati, oppure si sta già usufruendo di un prestito con questa formula. In questi casi le alternative esistono, anche se non numerose.
Un’alternativa alla cessione del quinto se si è protestati, è l’uso dei prestiti cambializzati a protestati, sono finanziamenti dove il pagamento della rata si effettua con cambiali. Questa tipologia è molto difficile da ottenere, ormai i grandi gruppi finanziari non lo effettuano più, ma piccole realtà ancora propongono questa soluzione ai protestati che desiderano ottenere dei prestiti. La garanzia al prestito sta proprio nella cambiale, in quanto è titolo esecutivo, cioè se non pagata, il creditore potrà portare all’esecuzione forzata tramite pignoramento dei beni del debitore.
Ulteriore soluzione se si è protestati per ottenere prestiti senza l’uso della cessione del quinto è quella di farsi affiancare da garante. I prestiti protestati senza cessione del quinto possono essere quindi richiesti con l’aiuto di una terza persona, appunto il garante, che si impegna ad onorare il debito nel caso in cui il protestato dovesse risultare nuovamente insolvente.

® A.C.M. ING | P.I. 01789410816

info@wps-srl.it