Prestiti personali Inpdap pensionati

Prestiti personali Inpdap pensionati
L´INPDAP gestiva le prestazioni pensionistiche dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche iscritte alle Casse degli ex Istituti di previdenza, tutto questo adesso viene svolto dall’Inps, compreso la possibilità di erogare direttamente o tramite banche convenzionate, prestiti ai pensionati. La legge ha esteso anche ai pensionati la possibilità di contrarre prestiti personali estinguibili con una trattenuta diretta sulla rata della pensione (cessione del quinto). Per offrire la massima tutela ai pensionati, l´Inps ha definito tutte le modalità e le condizioni necessarie per concedere tali prestiti (vedi anche la paginaINPS prestiti pensionati).
Il pensionato richiede il prestito personale direttamente alla banca o alla finanziaria, sarà L´Inps (ex Inpdap) a pagare la rata con trattenute sulla pensione.

Prestiti personali Inpdap per dipendenti pubblici

Prestiti personali Inpdap per dipendenti pubblici
L’Inps offre prestiti personali a tassi agevolati per i dipendenti pubblici. Questi sono erogati direttamente dall’Istituto (ex Inpdap) oppure possono essere erogati da banche e società finanziarie che hanno sottoscritto una convenzione con l’ente. I prestiti possono essere anche erogati dall’ente direttamente attraverso il Fondo credito alimentato dai contributi degli iscritti agli stessi. Unica clausola è che i dipendenti pubblici risultino iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell’ex Inpdap nei limiti delle disponibilità previste annualmente nel bilancio dell’Istituto per l’attività creditizia.

Prestiti personali Inpdap Inps

Prestiti personali Inpdap Inps
L’Inps (ex Inpdap) può erogare varie tipologie di prestiti, sia in maniera diretta, piccolo prestito e il prestito pluriennale diretto, oppure indirettamente, attraverso banche e finanziarie accreditate, il prestito pluriennale garantito e la cessione del quinto. I prestiti erogabili da Inps Inpdap sono quindi: Piccolo prestito Gestione Dipendenti Pubblici, Piccolo prestito Gestione Magistrale, Piccolo prestito Gestione Fondi Gruppo Poste italiane, Prestiti pluriennali Gestione Dipendenti Pubblici, Prestiti pluriennali Gestione Fondi Gruppo Poste italiane, Prestiti pluriennali garantiti Gestione Dipendenti Pubblici, Prestiti ai pensionati (Cessione del quinto della pensione).

Finanziamenti InpdapI prestiti personali Inpdap ed i finanziamenti in genere hanno condizioni agevolate, e possono essere erogati dall’Inps o da banche e finanziarie convenzionate. Unico vincolo è che chi richiede deve essere iscritto alla Gestione Dipendenti pubblici ed essere lavoratori dipendenti o pensionati.
Il prestito personale non deve essere finalizzato, quindi non è necessario indicare al momento della richiesta la motivazione per cui necessita la liquidità. Questo vale anche per presiti Inpdap, in questo caso le denominazioni sono differenti, così abbiamo il piccolo prestito Inpdap che viene erogato direttamente dall’Inps proprio perché ha cifre ridotte, può essere pagato in 12 mesi fino al massimo di 48.
Prestiti Inpdap calcolo rataPer il calcolo della rata dei prestiti personali Inpdap necessita indicare lo stipendio netto e la data di nascita. Bisogna distinguere se si deve fare il calcolo rata per piccoli prestiti personali o per prestiti pluriennali. Così per un piccolo prestito annuale ammortamento è fissato in 12 rate, biennale in 2 anni e così via fino al quadriennale, importo del prestito massimo è dato da una mensilità fino a 4 mensilità nette. I prestiti pluriennali possono essere di 5 (rimborso 60 rate) o 10 anni (rimborso in 120 rate). Ai tassi applicati bisogna aggiungere più una ritenuta fissata allo 0,50% per le spese di amministrazione e la relativa quota tabellare del fondo rischi.
I tassi dei prestiti InpdapI prestiti Inpdap Inps sono finanziamenti a tasso agevolato che l´ente eroga ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e ai loro famigliari. L´erogazione del prestito personale avviene presentando la domanda e aspettando l’autorizzazione INPS, il pagamento avviene tramite il Fondo credito dello stesso Istituto o per mezzo di banche e società finanziarie convenzionate INPS. Per conoscere la rata, quindi i tassi applicati, bisogna ricordare che vanno calcolati gli interessi, l´aliquota per spese di amministrazione e l´aliquota per il fondo rischi. il costo per le spese di amministrazione è dello 0,50% mentre l´aliquota per il fondo rischi è nella tabella regolamento piccolo prestito INPS.

Il prestito personale Inpdap
Il prestito personale Inpdap

Vediamo di seguito quali sono le varie tipologie di prestiti erogati direttamente dall’Inps (ex Inpdap) o indirettamente tramite banche e finanziarie accreditate.
Partiamo con il Piccolo prestito Gestione Dipendenti Pubblici: è diretto ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, è relativo all’erogazione di finanziamenti di piccolo importo da rimborsare con rate costanti mediante trattenuta su stipendio o pensione.
Successivamente abbiamo i Prestiti pluriennali Gestione Dipendenti Pubblici: sono rivolti ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito) per far fronte a specifiche necessità personali o familiari, da rimborsare con rate costanti mediante trattenuta su stipendio o pensione non superiore a un quinto.
Ancora si hanno i Prestiti pluriennali garantiti Gestione Dipendenti Pubblici: La prestazione si rivolge a lavoratori iscritti alla gestione ex Inpdap e consiste in un prestito da parte di società finanziarie accreditate presso l´Istituto.
Per ultimo i Prestiti ai pensionati (Cessione del quinto della pensione) : rivolti indistintamente a tutti i pensionati e consiste in un prestito erogato da banche o enti accreditati. L’importo del prestito è fino a un quinto dell´importo mensile della pensione rimborsato a rate.

® A.C.M. ING | P.I. 01789410816

info@wps-srl.it