Cessione del quinto dello stipendio

Cessione del quinto dello stipendio
La cessione del quinto dello stipendio è un tipo di prestito a tasso fisso e con pagamento costante della rata, importo della rata sarà trattenuto mensilmente direttamente dallo stipendio e non può essere superiore ad un quinto della busta pag ... [continua]

Inpdap cessione del quinto dello stipendio

Inpdap cessione del quinto dello stipendio
Premettiamo che dal 2011 l´Inpdap è stato totalmente inglobato nell´Inps, che ne ha acquisite tutte le funzioni, e i finanziamenti erogati a dipendenti e pensionati statali provengono da un fondo che ogni anno viene destinato dall´ente proprio a tale scopo. Detto ciò trattiamo adesso il prestito con cessione del quinto dello stipendio cosiddetto Inpdap.
Vediamo adesso quali sono i requisiti necessari per richiedere questo tipo di prestiti: bisogna essere dipendenti statali ed essere iscritti alla Gestione Unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, che è il fondo con cui l´Inpdap eroga i prestiti, sia in maniera diretta sia attraverso società finanziarie o banche autorizzate.
Diverse sono le banche o le finanziarie che erogano prestiti in convenzione Inpdap a dipendenti pubblici e statali (vale anche per pensionati Inpdap) di: Forze Armate (Carabinieri, Marina Militare, Esercito Italiano, Aviazione, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Penitenziaria e Forestale), Enti Pubblici e Ministeri con trattenuta automatica a tassi convenzionati direttamente con l´ente previdenziale.
Importante sapere che le richieste di prestiti con cessione del quinto all’Inpdap sono numerose e quindi i tempi non sono brevi perché gli sportelli Inpdap sono oberati dal gran numero di richieste.
Inoltre, non è necessario fornire le motivazioni per la richiesta la cessione del quinto all´Inpdap, in pratica è un prestito personale con rata fissa e tasso fisso. Possono richiedere la cessione del quinto dello stipendio tutti i dipendenti ex Inpdap attualmente INPS appartenenti alle categorie sopra indicate.
Ulteriori informazioni: cessione del quinto dipendenti statali ed anche cessione quinto Inpdap.

Cessione del quinto dello stipendio normativa

Cessione del quinto dello stipendio normativa
I prestiti con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione sono regolati e codificati dalla legge ed in particolare è disciplinata dalla norma dell´articolo 1260 del Codice Civile, inoltre viene regolato dal DPR numero 180 del 5 gennaio 1950 e dal regolamento attuativo DPR numero 895 del 28 luglio 1950. IN ultimo sono le leggi 311/2005 e 80/2005 che hanno integrato e completato il DPR 180/1950 indicando che vi è il diritto di poter cedere il quinto dello stipendio o della pensione per i dipendenti delle aziende private e per i pensionati.
La normativa, per i prestiti con cessione del quinto dello stipendio, prevede che vengano erogati tramite assegni circolari non trasferibili intestati al cliente, oppure mediante bonifico bancario su di un conto corrente intestato al cliente stesso, che il tasso di interesse è fisso e quindi anche la rata resta fissa per tutto il periodo di ammortamento, che per tutte la durata del prestito sono sempre comprese obbligatoriamente le garanzie assicurative vita e impiego.
Importante sapere che in caso di morte prematura l’assicurazione salda completamente il debito residuo alla Banca e non ha diritto di rivalsa verso i familiari. Mentre nel caso in cui si perda il lavoro e si rimane disoccupati, l’assicurazione salda la Banca, salvo poi mantenere il diritto di rivalsa sul cliente, che resta comunque il debitore principale.
La normativa prevede anche che sono ammessi a contrarre prestiti con cessione del quinto anche gli impiegati e salariati con contratto a tempo determinato, che abbiano compiuto quattro anni di effettivo servizio ed abbiano un contratto di durata non inferiore a tre anni, che assicuri ad essi il diritto a un trattamento di quiescenza od altro equivalente. La cessione non può eccedere il periodo di tempo che, a contare dal momento dell´operazione, deve ancora trascorrere per la scadenza del contratto in corso.
La normativa, inoltre, indica anche chi è ammesso a erogare prestiti col quinto dello stipendio e precisamente sono soltanto gli istituti di credito e di previdenza costituiti fra impiegati e salariati delle pubbliche amministrazioni, l´istituto nazionale delle assicurazioni, le società di assicurazioni legalmente esercenti gli istituti e le società esercenti il credito.
Altre informazioni: articolo Codice civile 1260 su cedibilità dei crediti, oppure Wikipedia legge su cessione quinto.

® A.C.M. ING | P.I. 01789410816

info@wps-srl.it